Mio padre si chiama dubbio, mia madre coscienza.


Streghe connesse:
Arnesi
La Magione
Incanti moderni
Streghe noi siamo
Vivere la Wicca
Ringraziamenti
Contatti
Morgana
Homepage

Arnesi
Book of Shadows
Candele
Cristalli
Erbolario
Faidate
Incensi
Legni
Oli essenziali
Pentacolo
Pochi soldini?
Rimedi della nonna
Riutilizzare
 




Il massaggio è fondamentale nell'aromaterapia tradizionale e può essere un ottimo punto di partenza per avvicinarsi all’aromaterapia a livello spirituale.
Basta semplicemente cominciare a voler dare una dimensione sottile al vostro lavoro di massaggio fisico.
Invocate i più alti livelli di energia della pianta mentre state scegliendo e preparando l'olio (o gli oli) da usare e siate consapevoli che il massaggio agirà allora per il ricevente a livelli superiori rispetto a quelli fisici e mentali.

Visualizzate chiaramente nella mente la pianta o le piante di cui state per usare le essenze, e cercate di mantenere quest'immagine nella vostra mente per tutto il tempo del vostro lavoro.
Radicatevi bene nell'idea e portate tutte le vostre energie su questo soggetto prima di cominciare a lavorare.

Se la persona che state per massaggiare sa che riceverà un massaggio a livello spirituale, potrete mantenere tutta la seduta ad un livello di energia molto più alto.
Cominciate col chiedere al vostro "ricevente" che cosa spera di ottenere da questo massaggio. Questo vi guiderà nella scelta degli oli, anche se una buona sintonia tra terapeuta e ricevente, porta già a "sentire" qual è l'olio appropriato da usare. Dite al vostro "ricevente" quale olio o quali oli intendete adoperare, di modo che possa essere consapevole dell'energia di quella pianta particolare usata per il massaggio. Perciò entrambi darete forma ad un'immagine mentale della pianta ed invocherete il suo aiuto. Alcuni preferiscono fare una meditazione insieme prima di una seduta di massaggio.

Prima di cominciare il massaggio, mescolate l'olio o la miscela di oli scelti usando una concentrazione più bassa di quella necessaria per un semplice massaggio fisico, l’1 % di essenza, per quello sottile, per esempio lo 0,5%, sarà già sufficiente.
Quando cominciate il massaggio, astenetevi dal compiere movimenti bruschi, specialmente se mettono a disagio il ricevente. Concentrate il vostro lavoro su sfioramenti leggeri e lunghi movimenti completi, in particolar modo quelli che favoriscono il flusso di energia (per esempio, movimenti lungo l'asse di un meridiano). Lasciate che le vostre mani lavorino in una zona del corpo dove sembra vi sia una particolare necessità di cura, e siate consapevoli dell'energia risanatrice che sta fluendo dalle vostre mani al corpo della vostra
"cavia". Prestate particolare attenzione alle estremità: mani, piedi e testa, dalle quali porterete via ogni energia negativa presente (e non dimenticate di scuotere rapidamente le vostre mani ogni volta che lo fate).

Alla fine del massaggio, fate qualche movimento che comporti il contatto con la superficie del corpo del ricevente (massaggio aurico).
Finite sempre con qualche ampio movimento da sotto i piedi fin sopra la testa, ad una breve distanza dal corpo sollevate le mani al di sopra del corpo del vostro "ricevente" e muovetele lentamente, cercando quelle zone che sembrano particolarmente fredde, calde, bloccate e/o in qualche modo tese, e fate dei movimenti gentili nella zona che giudicate possa averne bisogno.

Non preoccupatevi se non avete mai fa genere in precedenza - sarete
sorpresi di quanto sia facile arrivare a provare queste sensazioni.
Potrete semplice se chiudete gli occhi.
Se non riuscite a percepire alcuna sensazione, cercate di avvicinare ed
allontanare di più le vostre mani dal corpo del vostro "ricevente".
Terminate sollevando i piedi del vostro "ricevente" per un minuto o più, per fissare la sua energia e permettendogli di tornare alla realtà.
Lasciate che vostro "ricevente" possa assaporare l'esperienza e, se lo desidera, lasciate che parli con voi di questa esperienza.
Non dimenticate di ricomporre la vostra stessa energia alla fine della seduta.

Il massaggio offre molti benefici nel campo dell’aroma terapia spirituale. Prima di tutto, serve introdurre in questo tipo di lavoro. È la forma più semplice di aromaterapia, e sia il terapeuta che il ricevente possono trovare rassicurante lavorare con questa forma così familiare, almeno all'inizio.
Secondariamente, a chi diventa più familiare con l'energia spirituale ad un livello più alto, capita sovente di perdere la consapevolezza del corpo (e può anche considerare ciò una cosa buona!). Il gentile contesto fisico costituito dal massaggio, aiuta a rimanere ancorati alla terra e nostro corpo umano", che dopo tutto rappresenta l'unico modo per essere effettivamente presenti su questo pianeta.
In terzo luogo, il massaggio serve a rilassare sia le tensioni fisiche che i blocchi emotivi, che possono essere seri ostacoli per una crescita armoniosa: è molto difficile meditare, visualizzare o elevarsi spiritualmente se il corpo continua a mandarci dei segnali di sofferenza.

Sapna