Ho comprato un comodino, che somiglia tanto ad un vaso di Pandora, per i nostri sogni assieme. A te il primo cassetto, a me il secondo, il terzo alla nostra vita.


Streghe connesse:
Arnesi
La Magione
Incanti moderni
Streghe noi siamo
Vivere la Wicca
Ringraziamenti
Contatti
Morgana
Homepage

50 incanti
Amuleti
Benedizioni
Consapevolezza Pagana
Disegnare la luna
Essere streghe
Familiar
Farfalle
Feste
Giorni
Libri
Luna
Luoghi magici
Magione
Mesi
Noi siamo
Omens
Rede
Ricette culinarie
Ricette di bellezza
Sono io la Dea
Sono pagana
Streghe
Streghe o wiccan?
 


Lughnassadh (1 Agosto)

Questa è la prima delle 3 celebrazioni del raccolto nella Stregoneria. La Madre Terra ci ha benedetti con i suoi frutti. Celebriamo la nascita del Dio, i frutti dei campi e dell'orto. La Dea dell 'Estate stende il suo mantello verde e spazza via quello nero dell' Anziana. E' il momento dell'anno in cui i giorni iniziano ad accorciarsi ed i campi a maturare. Adesso è il momento di raccogliere.
Celebriamo questo periodo dell'anno onorando 'estate. L'estate è caldo, crescita, abbondanza, lavoro e gioco. Lunghe ore di luce diurna, giardini rigogliosi, frutti del raccolto, verdure, erbe, conservazione.

Noi però celebriamo l'estate avendo già un occhio sull'inverno che verrà. La celebrazione di questo Sabbat è una pausa per rilassarci e aprirci ai cambiamenti della stagione.

Questo Sabbat è il primo dei tre dedicati al raccolto. Il lavoro della primavera e dell'estate è finalmente ripagato con il primo raccolto dell'anno. Questo periodo è noto come quello in cui le piante della primavera maturano e cedono i loro frutti e semi affinchè noi possiamo consumarli.
Il Re Sole, adesso Signore dell'Oscurità, da tutta la sua energia al raccolto per assicurare la vita mentre la Madre si prepara a passare nel suo aspetto di Crona.

Tessere il grano è un'attività tradizionale (fare le bamboline in particolare). Il pane è infornato e l'altare è decorato con verdure e frutta del raccolto.
Altri nomi per Lughnasadh includono Lammas e la Vigilia di Agosto.
Lammas era il nome medievale cristiano per la festa e significa letteralmente "Massa di Pagnotte" perchè era il giorno in cui le pagnotte venivano infornate e posizionate sugli altari delle chiese come offerte. Era un giorno rappresentativo dei "primi frutti".

Nella tradizione irlandese, gaelica e scandinava questa festa era chiamata "Lughnasadh", un'occasione per commemorare il funerale del Dio Sole Lugh. Anche se può sembrare che celebriamo la morte di Lugh, il Dio della Luce in realtà non muore (mitologicamente) fino all'equinozio autunnale. E in realtà, se leggessimo il mito attentamente, scopriremmo che non è la morte di Lugh ad essere onorata, ma i giochi per il funerale che Lugh stesso organizzò per commemorare sua madre Taillte.

In alcune tradizioni wiccan questo è il momento del Dio Grano o del Re sacrificale il cui sacrificio consente a chi lo onora di sopravvivere durante l'inverno. Il suo Spirito è nel grano e nel granturco, la sua linfa viene versata sui campi. Così come il Dio muore nella raccolta, lui rivive dai suoi stessi germogli.

In questa vigilia di agosto la tradizione vedeva molti festival dell'arte. Le gilde medievali creavano ancora più mercanzie, decoravano i negozi e loro stessi con colori accesi e nastri, marciavano in parate e organizzavano strane recite cerimoniali e danze per gli stranieri e per gli astanti.

E' una festa che celebra sia il Dio che la Dea, un tempo dedicato sia al principio femminile che a quello maschile. Il Dio si sacrifica volontariamente per mano della Dea e il sangue è sui campi come i semi a primavera. Il grano che matura è il prodotto di una pianta morente. La promessa di una nuova vita è nel cuore di ogni spiga che matura trasformandosi in grano e quindi in farina e dunque in pane che ci sosterrà nei mesi che verranno. La Dea stessa, nella sua fase di Madre abbondante e prodiga è presente come mietitrice del grano, di anime e di vita, la Crona che gentilmente conduce la vita nella morte per poter ricreare ancora la vita.

Il grano è sempre stato associati a divinità che venivano uccise e smembrate e che ritornavano dal mondo sotterraneo come Tammuz, Osiride ed Adone. Anche la storia di Demetra e Persefone è un ciclo di morte e rinascita associato al grano. Demetra, la Dea della fertilità, non avrebbe lasciato crescere nulla finchè sua figlia non fosse stata liberata dal mondo Sotterraneo. Per questa ragione fare il pane, specialmente quello di granturco è un atto sacro in questo sabbat. Le torte rituali a volte vengono create con il volto degli Dei. Siate sicuri di invocare il Dio del Grano quando preparate il pane/torta e di infondere le vostre sicurezze all'impasto.

Ma non dimentichiamo che Lughnasad è un sabbat, è un momento di festa. Quando il vostro pane è sfornato e pronto da mangiare, tagliatelo a pezzetti con le dita e mangiatene qualche pezzo, ricordando il Dio nelle vostre preghiere.



Corrispondenze

Simboli
Luna Piena

Dee
Le Dee Madri

Colori
Rosso, Oro, Arancio, Verde

Cibi Tradizionali
Frutti del primo raccolto, Mele, Pane, Bacche, Grano, Patate, prodotti locali. Torte appena sfornate, sidro, nirra, agnello arrosto .

Erbe
Malvarosa, Erica, Prugna selvatica, Grano, Orzo, Acacia, Aloe, Incenso, Mirto, Foglie di Quercia, Girasoli

Incenso
Rosa, Sandalo

Oli
Rosa, Gelsomino, Garofano, Lillà e Gardenia

Cristalli
Corniola, Citrino, Ambra, Tormalina, Avventurina, Peridoto, Sardonite

Dei
Demetra, Persefone, Cerridwen, Faunus, Lugh, Cerere e tutti gli dei che presiedono sull'agricoltura

Candele
Oro, Arancio, Verdi, Marrone chiaro

Decorazioni per l'altare
Grano, Orzo, frutta, pane, bamboline di grano

Intento di Lugh :
Questo è il tempo per insegnare ciò che avete appreso, per dividere i frutti della vostra conoscenza con il mondo.

Speciale Lughnasad
( Fai da te, Ricette, Attività )

Adesivi Lughnasad