Oggi sono strana, mi sento carica di ricordi, vecchia..


Streghe connesse:
Arnesi
La Magione
Incanti moderni
Streghe noi siamo
Vivere la Wicca
Ringraziamenti
Contatti
Morgana
Homepage

Alfabeto tebano
Arte e Grafica
Aura
Colori
Come iniziare?
Danzare
Divinazione
Divinità
Elementi
Esercizi
Feng Shui
Karma
Magia
Meditazione
Mete giornaliere
Numeri
Simboli
Stregoneria italiana
Tempio dei sogni
Terra dell' Estate
Umorismo Pagano
Visualizzazione
Wicca
Wicca in rete
 




Questo simbolo, nella sua immagine rappresenta la Luna nelle sue fasi
(crescente,piena,calante) ma è pressochè universalmente riconosciuto nella Wicca come il principale simbolo della Dea.

)O( è un simbolo che rappresenta un molteplicità di concetti.
La luna come simbolo 1) dei ritmi biologici, 2) dello scorrere del
tempo ,3) del divenire e 4 )del rinascere


1. Controlla le maree, concide col ciclo mestruale, il periodo delle
semine: è l'astro che governa la vita e i suoi ritmi.

2. Misura il tempo che passa in modo visibile e ciclico. Alcuni
calendari erano lunari, anzichè solari.

3. Ha una sua vita, come l'uomo. Come l'uomo nasce , cresce, invecchia
e muore....

4. .....ma dopo tre giorni rinasce. Quindi è simbolo del passaggio
dalla vita alla morte e viceversa.Per questo spesso le divinità lunari
erano anche divinità funerarie e presiedevano i Misteri (dove l'iniziato "moriva" metaforicamente per rinascere a nuova vita spirituale).

Per quanto sopra e come vedremo in seguito, il simbolismo della Luna è
lo stesso della Madre,dell'acqua,della terra,della fecondità
(femminile,degli animali, dei campi), del destino dell' uomo dopo la morte e delle cerimonie di iniziazione.

La luna (e le divinità lunari) per il suo sparire- riapparire era considerata come ambivalente SIMBOLO DI PASSAGGIO
in un senso e nell'altro tra i tre mondi: quello terreno, quello
sotterraneo dei defunti e quello celeste degli dei.
Come tale aveva più aspetti da cui la sua triplicità, rappresentata
dalle sue fasi.

Prendiamo come esempio la Dea Ecate:
divinità lunare,funeraria,"la triplice" o "triforme" , rappresentata
come donna con tre corpi o come tre donne addossate ad una colonna
Presenta un aspetto benevolo (presiede ai parti ed alle fioriture, accorda fecondità, buona pesca, guida la via misterica delle
iniziazioni) e tremendo (dea degli spettri e dei sortilegi notturni, dei fantasmi e dei mostri, maga per eccellenza, maestra di stregoneria, è colei che viene evocata dai maghi agli incroci - in quanto anch'essi simbolo di passaggio- e temuti per questo, perchè raduno di streghe.)


IL SUO USO

Il simbolo della Dea , può essere inscritto sulla sua candela, tracciato nell'aria con l'indice o con l'athame durante l'invocazione a Essa.
Per chi è pratico nell'uso della visualizzazione l'immagine stessa del
cielo con la Luna può essere evocata nel proprio rituale, ma il suo simbolo è indubbiamente più facile da visualizzare ( bianco puro su sfondo nero o stellato).


UNA NOTA SUI SIMBOLI:

Ricordate che anche il più antico simbolo del mondo non ha nessun
potere se non suscita nulla in voi.
Il potere del simbolo è proprio quello di POTER EVOCARE CON UNA
SINGOLA IMMAGINE un insieme di idee e concetti a volte cos'ì vasto che
la mente conscia non riesce a contenere.
Ma dovete essere voi a "far vostro" un simbolo , a caricarlo a livello
mentale e a livello emotivo di tutto quello che voi "sentite" e "scegliete" esso rappresenti.
Se solo pensando ad esso , o visualizzandolo , o tracciandolo "sentite" qualcosa che "si muove" dentro il vostro spirito, allora quel simbolo avrà potere.
Tutto quello che voi gli avrete dato. E potrete usarlo.