E ho detto 'E' la fine ' perchè ero stanca di troppi presagi.


Streghe connesse:
Arnesi
La Magione
Incanti moderni
Streghe noi siamo
Vivere la Wicca
Ringraziamenti
Contatti
Morgana
Homepage

Alfabeto tebano
Arte e Grafica
Aura
Colori
Come iniziare?
Danzare
Divinazione
Divinità
Elementi
Esercizi
Feng Shui
Karma
Magia
Meditazione
Mete giornaliere
Numeri
Simboli
Stregoneria italiana
Tempio dei sogni
Terra dell' Estate
Umorismo Pagano
Visualizzazione
Wicca
Wicca in rete
 



JERA ( suono “yah-rah”)
Rinascita, raccolto,abbondanza

Parola chiave: Evoluzione, raccolto, risultato, progresso, cambiamenti postivi

Jera preannuncia cambiamenti positivi e possiamo finalmente raccogliere i frutti seminati in precedenza. E' inoltre simbolo di successo in affari e ci consiglia però di non affrettare o forzare gli eventi, in quanto c'è un tempo per ogni cosa.
Jera rispecchia il ciclo dell'anno e il susseguirsi delle stagioni e come le stagioni fa sì che le cose seguano il loro corso naturale.
IL suo potere aiuta a sviluppare la creatività ed a sviluppare le idee entrando in sintonia con i ritmi naturali.
Jera non ha rovescio, infatti simboleggia il ciclo completo dell'anno, tutto quello che finisce rappresenta un nuovo inizio,è come una ruota che gira.
Durante la divinazione, ha un significato molto positivo, ci invoglia a festeggiare un obiettivo raggiunto con molta fatica, oppure è un segnale positivo nel caso si vogliano intraprendere nuovi progetti e nuovi affari, ricordandoci che tutto quello che viene svolto con impegno, prima o poi viene ricompensato.

Se portato come talismano, Jera ci aiuta a:

• sviluppare la creatività
• entrare in armonia con i cicli naturali
• armonizzarsi con il proprio corpo
• apprezzare i nostri sforzi


TABELLA DELLE CORRISPONDENZE

AETT - Heimdall
DIVINITA – Freyr e Freya
TAROCCHI – L' imperatrice
I CHING – Esagramma 11 : lapace
PERIODO – 19 febbraio – 5 marzo
ZODIACO -Pesci
ELEMENTO - Acqua
COLORE -Turchese
CRISTALLO - Acquamarina
ANIMALE -Topo
ALBERO - Nocciolo
PIANTA – Rosmarino

APPROFONDIMENTI

IL NOCCIOLO
Gli sciamani ricavavano dall'albero del nocciolo le bacchette da rabdomante e le bacchette magiche. Le prime venivano create con i rami più flessibili, mentre per le seconde venivano usati i rami più forti e resistenti.
I suoi frutti, le nocciole, simboleggiano la forza dell' ispirazione e la saggezza.

FREYR

In origine era un dio fallico della natura, che mandava il sole e la pioggia, più tardi però il suo mito venne sviluppato in Dio del sole e della fertilità.
Era invocato nella speranza di ottenere un ricco ed abbondante raccolto ed erano dedicati a lui numerosi banchetti sacrificali.
Era raffigurato in sella ad un cinghiale d'oro e possedeva una spada invincibile in grado di combattere da sola ed una nave veloce e magica costruitagli dai nani.


FREYA

Freya era sorella di Freyr e figlia di Njord, Dio del mare. Era considerata Dea dell'amore e della fertilità e per questo veniva invocata quando si era alla ricerca di un marito o di una moglie oppure se si desiderava una discendenza forte e numerosa.
Anche Freya come il fratello cavalcava un cinghiale d'oro, ma era anche raffigurata su un carro trainato da gatti, che lei stessa nutriva con fiori e frutti, era inoltre una profonda conoscitrice delle arti magiche e divinatorie e trasmise parte del suo sapere ad Odino.
Freya era anche la regina delle valchirie, le creature alate che suggellavano con il bacio della morte i soldati caduti in battaglia, ed aveva la capacità di cambiare spesso d'aspetto, per esempio era solerte trasformarsi spesso in un falco.

A cura di Silvia Varesi