Incantevole incantatrice, fata o maliarda fa sparir la nebbia che ti circonda..


Streghe connesse:
Arnesi
La Magione
Incanti moderni
Streghe noi siamo
Vivere la Wicca
Ringraziamenti
Contatti
Morgana
Homepage

Alfabeto tebano
Arte e Grafica
Aura
Colori
Come iniziare?
Danzare
Divinazione
Divinità
Elementi
Esercizi
Feng Shui
Karma
Magia
Meditazione
Mete giornaliere
Numeri
Simboli
Stregoneria italiana
Tempio dei sogni
Terra dell' Estate
Umorismo Pagano
Visualizzazione
Wicca
Wicca in rete
 



La sesta Runa del Futharc si pronuncia [kenats]. Il suo significato originale è connesso a due concetti: da una parte troviamo l’idea di eruzione, bruciore; dall’altra l’immagine della torcia. È, quindi, sia la Runa del marciume e della putrefazione sia la Runa del fuoco e del fuoco interiore. Per questo motivo viene indicata come simbolo della stretta connessione tra la vita e la morte: il fuoco interiore è la forza vitale, mentre il calore del bollore è quello dell’infezione e della febbre.

Rappresenta, inoltre, il fuoco, la forza vitale, la torcia (simbolo di magia e conoscenza) e la rigenerazione. È una Runa dei Rami e del fuoco che conferisce abilità e volontà creative. In ogni campo, va usata con grande attenzione e molto controllo per evitare che erompa in modo distruttivo. Non serve per il combattimento: respinge l’oscurità, ma non la sconfigge.

È legata a Muspellheim e a Mimir:

aspetti positivi - Poema Runico Anglosassone: La torcia è nota a tutti i viventi per la sua fiamma pallida e luminosa;Brucia sempre nei luoghi chiusi in cui persone regali siedono comodamente

aspetti positivi - Hávamál(strofa 151): Ne conosco un sesto: mi salverà quando qualcuno vorrà farmi del male
Con rune sulla radice di un albero giovane, Solo sul suo capo brilleranno i mali Della maledizione che ha evocato sul mio

aspetti negativi - Poema Runico Vichingo - L’ulcera è fatale per i bambini; La morte rende pallido il corpo.

aspetti negativi - Poema Runico Islandese - L’ulcera è un malanno fatale per i bambini E punto doloroso
E dimora della putrefazione

Kenaz interessa le aree inirenti gli aspetti tecnici della magia, la passione, il desiderio e l’amore sessuale.

Permette la guarigione dei malanni mandati da un nemico, cura la febbre (cioè il calore interno), impedisce la putrefazione delle parti del corpo (ossia la cancrena); favorisce la rigenerazione. La guarigione che assicura è sia di tipo fisico sia di tipo spirituale.
Combinare c e i aiuta a curare il sistema digerente.

In magia, kenaz deve alla luce il suo potere costruttivo. È, quindi, utile per tutti gli incantesimi inerenti la comprensione spirituale e l’iniziazione. Oltre a ciò, doma il potere, dà forza, bandisce tutte le forze oscure (anche le paure e l’ansia). È molto efficace anche come portafortuna, per aiutare lo studio, rafforzare la volontà, migliorare la stabilità (specialmente nelle relazioni) e l’autostima. Come abbiamo già visto, combinare c e r migliora le nostre capacità di comprensione dei misteri fissi.


Per quanto riguarda la divinazione, i significati di Raido nelle diverse posizioni sono i seguenti:


Dritta §

attenzione alle fonti di luce e/o di calore
pericolo di danno fisico
curare la salute
saggezza; intuizione; soluzione di un dilemma o di un problema
una guida o una figura paterna
buoni rapporti; nuove relazioni favorevoli


Rovescia §

calore benigno
guarigione o miglioramento dello stato di salute
i problemi hanno soluzioni semplici


Coversa §

attenzione a un pericolo nascosto
curare una minuzia medica prima che si aggravi
qualcosa di scuro o freddo potrebbe nascondere grande energia
rottura di un’amicizia o di un rapporto d’affari o amoroso; ritiro


Cleo