My life your wasteland


Streghe connesse:
Arnesi
La Magione
Incanti moderni
Streghe noi siamo
Vivere la Wicca
Ringraziamenti
Contatti
Morgana
Homepage

Alfabeto tebano
Arte e Grafica
Aura
Colori
Come iniziare?
Danzare
Divinazione
Divinità
Elementi
Esercizi
Feng Shui
Karma
Magia
Meditazione
Mete giornaliere
Numeri
Simboli
Stregoneria italiana
Tempio dei sogni
Terra dell' Estate
Umorismo Pagano
Visualizzazione
Wicca
Wicca in rete
 



Esso viene rappresentato da capo umano sormontato da corna (spesso simili a quelle di un cervo), a vari livelli di stilizzazione, di cui l'estremo consiste di un cerchio sormontato da delle corna a crescente di luna.

In realtà I simboli del Dio sono due in uno : il capo cornuto ed il Sole.

Le corna dei bovidi sono simboli che caratterizzavano le grandi dee delle fecondità, la Grande Dea dell'epoca neolitica e successiva. Le corna sono anche di carattere lunare perchè ricordano dei crescenti di luna.
In base a questo le corna sembreberebbero più attributi da dover legare alla Dea, anzichè al Dio.
Vero è che da una parte la forma delle corna si prestano sia ad analogie falliche, e quindi maschili, che femminili, per la loro disposizione a ricettacolo.

Ma per la rappresentazione del Dio la Wicca si basa sul significato universale da associare alle corna,che è relativo ai concetti di "potenza", forza" e "virilità".
Basti appena pensare agli elmi dei guerrieri barbari , adorni di corna , del quale animale si voleva fare propria la forza in battaglia.
In questo caso sono le corna di cervo a rappresentare meglio il Dio; nel rinnovo periodico di esse si intravedono infatti i cicli stagionali di crescita e di rinascita.

(In particolare tra molte delle tribù degli Indiani d'America, il cervo, annunciatore dell'alba, è protagonista della festa del Sole,in primavera, nel quale un palo con fissata la pelle di un un Cervo è rivolto ad Est a salutare l'alba.)

Il dio dalle fattezze di cervo per eccellenza è il celtico Cernunnos , inteso come "dio dell'abbondanza " e signore degli animali".Anche una divinità solare il cui aspetto viene spesso assunto come uno dei principali del Dio, e cioè Dioniso, è raffigurato con cranio cornuto.

Avrete già intutito da quanto sopra che le forze governate dal Dio sono , come generalmente (anche se non sempre), le divinità ad esse associate , sono di carattere essenzialmente solare.
Il Sole , immortale , nasce e muore ogni giorno, e come tale può portare con sè i vivi nel mondo dei morti....(ha funzioni di psicopompo, cioè di "traghettatore di anime", come la Dea nel resto nel suo simbolismo lunare) ma può anche guidare le anime lungo il viaggio notturno negli inferi per riportarle alla luce l'indomani (con
funzioni di ierofante iniziatico- e cioè di colui che inizia una persona ai Misteri).
Basti pensare alla mito di Ra e soprattutto di Osiride, dio dell'agricoltura, dei morti e del sole. Perchè questi concetti appparentemente così diversi l'uno dall'altro?
Sotto le sembianze di un dio la forza vivificante "muore" e scende negli inferi dell'inverno , nella profondità della terra - a fecondare il seme piantato per portarlo a nuova vita, in altra forma, a primavera. Da qui l'analogia con la morte iniziatica è palese. Il Dio vive e ci nutre ,e muore solo per rinascere, per dare nuova vita.


USO NELLA MAGIA:

Come per il simbolo della Dea, potete incidere il simbolo del Dio su candele o su qualsiasi oggetto vogliate attirare l'energia del Dio , tracciarlo nell'aria durante un invocazione, disegnarlo ungendo una
parte del vostro corpo per es. con un olio ecc. ecc.

L'invocazione del Dio potenzia tutti gli incantesimi, a maggior ragione quelli che invochino forza, resistenza, coraggio, potere fisica,psichica o spirituale.

Personalmente non ho trovato un simbolo migliore del Dio che non sia il Sole stesso, sia che sia presente, o visualizzandolo al di là delle nuvole o delle quattro pareti della mia camera.

Percepite l'energia del Dio mentre vi scalda il corpo e vi illumina il viso.
Anche questa è insieme una semplice ma potente preghiera e magia.