Era un bacio che si era perduto tante volte e che adesso veniva finalmente ritrovato..


Streghe connesse:
Arnesi
La Magione
Incanti moderni
Streghe noi siamo
Vivere la Wicca
Ringraziamenti
Contatti
Morgana
Homepage

Alfabeto tebano
Arte e Grafica
Aura
Colori
Come iniziare?
Danzare
Divinazione
Divinità
Elementi
Esercizi
Feng Shui
Karma
Magia
Meditazione
Mete giornaliere
Numeri
Simboli
Stregoneria italiana
Tempio dei sogni
Terra dell' Estate
Umorismo Pagano
Visualizzazione
Wicca
Wicca in rete
 



Le Veneri preistoriche

Tra le forme più antiche di Talismani ricordiamo le celebri Veneri preistoriche.
Sono le prime rappresentazioni umane che abbiamo e furono scolpite in tutta Europa a partire dal paleolitico superiore. Pensate che la più antica risale a circa 31.000 anni fa, scolpita in nefrite e ritrovata a Galgenberg in Austria.

In questi "idoli" si nota una esagerata accentuazione degli attributi sessuali femminili e molte sembrano gravide. Un simbolismo evidente che si riferisce alla sessualità riproduttrice.
Le forme opulente di queste statuette suggeriscono che fossero utillizzate come simboli di fertilità e abbondanza, legate alle divinità femminili riferibili all'archetipo della Dea Madre.

La donna come elemento centrale nella riproduzione della vita quindi, simbolo di fertilità.
Le veneri, quindi, rappresentano dei veri e propri Talismani ai quali si attribuiva il potere di proteggere e di assicurare la sopravvivenza e la prosperità dei popoli.
Ancora oggi si riconosce a queste statuette un valore benefico, e, anche se con delle variazioni fisiche rispetto alle originali, tutte continuano a rapportarsi all’archetipo originale della Dea Madre.

Le forme più recenti sono stilizzate e la posizione delle braccia assume diversi significati, ad esempio: braccia aperte a croce per equilibrare e armonizzare le emozioni; attaccate al corpo per propiziare stabilità e forza d’animo; stese verso l’alto per aiutare a proiettarsi oltre la realtà; braccia arcuate e,a volte, unite sopra la testa a rappresentare Gaia, la Madre Terra, ed hanno il potere di rafforzare la sensualità e la fecondità.

Le gambe son sempre unite affinché il potere sia permanente e dia sicurezza a chi la possiede. Così come in quelle preistoriche anche in quelle più recenti i tratti del volto non sono importanti.
I materiali in cui furono costruite variano, le si possono trovare in marmo, osso, ma la maggior parte furono scolpite in diversi tipi di pietra tra cui calcite, ossidiana, diaspro, quarzite, ecc.

Gli archeologi attribuirono a queste figurette il nome di "Veneri" perché, quasi tutte, erano nude e da lì " per analogia con le rappresentazioni romane della dea Venere " ne derivarono il nome.

Suggerimento: possiamo intagliarci da soli la nostra venere, nel tipo di pietra che ci è più congeniale, o, molto più semplicemente con l’argilla. Introducendo all’interno quando è ancora molle un frammento di quarzo ialino o rosa che aumentano il potere benefico del talismano.