Prima di spiegare l’utilizzo di ogni singolo arnese è importante dare alcune indicazioni su quale utensile scegliere e perchè. Ho detto più volte che la Stregoneria è un percorso intimo e personale e per questo motivo ogni scelta andrebbe effettuata secondo il proprio istinto. Non affannatevi a comprare tutto l’ della strega moderna…sarete delle streghe eccezionali anche senza un calderone e una bacchetta. Però se sentite che sono importanti per il vostro cammino sentitevi liberi di acquistarli o di fabbricarli da soli secondo il vostro gusto e secondo le vostre sensazioni.

Gli strumenti sono una parte non necessaria ma molto speciale del cammino di una strega. Aiutano a canalizzare le energie, a concentrare energie elementali e direzionali nel lavoro magico. Ricordate che è bene consacrare gli arnesi prima di farli diventare vostri fidi strumenti e soprattutto vanno purificati prima di ogni nuovo utilizzo.

Allego un breve e semplice rituale per consacrali che utilizzo io stessa e che proviene da qualche librone di cui ho perso memoria:

Strofinare del sale sullo strumento dicendo: “Ti consacro con la Terra. Possa questo (nome strumento) essere dotato di tutte le Virtù della Terra e delle sue benedizioni.”
Dopo passate lo strumento attraverso il fumo dell’incenso, visualizzate l’aria mentre e dite: “Ti consacro con l’ Aria. Possa questo (nome strumento) essere dotato di tutte le Virtù dell’ Aria e delle sue benedizioni.”
Adesso passate lo strumento attraverso una fiamma dicendo: “Ti consacro con il Fuoco. Possa questo (nome strumento) essere dotato di tutte le Virtù del Fuoco e delle sue benedizioni.”
Lasciate cadere qualche goccia d’acqua: “Ti consacro con l’Acqua. Possa questo (nome strumento) essere dotato di tutte le Virtù dell’Acqua e delle sue benedizioni.”
Mantenete lo strumento in aria offrendolo alla Dea e al Dio:”Madre e Padre ascoltatemi, vi offro questo (nome strumento) per la vostra benedizione e con esso vi onoro. Siate benedetti.”

Morgana