Stregoneria

La Triplice Luna

La Triplice Luna, nella sua immagine rappresenta la Luna nelle sue fasi
(crescente, piena ,calante) ma è pressoché universalmente riconosciuto nella Wicca come il simbolo della Dea.

)O( è un simbolo che rappresenta un molteplicità di concetti. La luna come simbolo: 1) dei ritmi biologici 2) dello scorrere del tempo 3) del divenire e 4) del rinascere.

1. Controlla le maree, coincide col ciclo mestruale, con il periodo delle
semine: è l’astro che governa la vita e i suoi ritmi.

2. Misura il tempo che passa in modo visibile e ciclico. Alcuni
calendari erano lunari anziché solari.

3. Ha una sua vita, come l’uomo. Come l’uomo nasce , cresce, invecchia e muore….

4. …..ma dopo tre giorni rinasce e quindi è simbolo del passaggio
dalla vita alla morte e viceversa. Per questo spesso le divinità lunari
erano anche divinità funerarie e presiedevano i Misteri (dove l’iniziato “moriva” metaforicamente per rinascere in una nuova vita spirituale).

Per quanto sopra e come vedremo in seguito, il simbolismo della Triplice Luna è lo stesso della Madre, dell’acqua, della terra, della fecondità
(femminile,degli animali, dei campi), del destino dell’ uomo dopo la morte e delle cerimonie di iniziazione.

La Triplice Luna (e le divinità lunari) per il suo sparire – riapparire era considerata come ambivalente SIMBOLO DI PASSAGGIO in un senso e nell’altro tra i tre mondi: quello terreno, quello sotterraneo dei defunti e quello celeste degli dei.
Come tale aveva più aspetti da cui la sua triplicità, rappresentata
dalle sue fasi.

Prendiamo come esempio la Dea Ecate: divinità lunare, funeraria, “la triplice” o “triforme” , rappresentata come donna con tre corpi o come tre donne addossate ad una colonna.
Presenta un aspetto benevolo (presiede ai parti ed alle fioriture, accorda fecondità, buona pesca, guida la via misterica delle iniziazioni) e tremendo (dea degli spettri e dei sortilegi notturni, dei fantasmi e dei mostri, maga per eccellenza, maestra di stregoneria, è colei che viene evocata dai maghi agli incroci – in quanto anch’essi simbolo di passaggio- e temuti per questo, perchè raduno di streghe.)

IL SUO USO

Il simbolo della Triplice Luna , può essere inciso su una candela, tracciato nell’aria con l’indice o con l’athame durante l’invocazione alla Dea.
Per chi è pratico nell’uso della visualizzazione, l’immagine stessa del
cielo con la Luna può essere evocata nel proprio rituale ma il suo simbolo è indubbiamente più facile da visualizzare ( bianco puro su sfondo nero o stellato).


UNA NOTA SUI SIMBOLI

Ricordate che anche il più antico simbolo del mondo non ha nessun
potere se non suscita sentimento in voi.
Il potere del simbolo è proprio quello di POTER EVOCARE CON UNA
SINGOLA IMMAGINE un insieme di idee e concetti a volte così vasto che
la mente conscia non riesce a contenere.
Ma dovete essere voi a “far vostro” un simbolo , a caricarlo a livello
mentale e a livello emotivo di tutto quello che voi “sentite” e “scegliete” che esso rappresenti.
Se solo pensando ad esso o visualizzandolo o tracciandolo “sentite” qualcosa che “si muove” dentro il vostro spirito, allora quel simbolo avrà potere.
Tutto quello che voi gli avrete dato. E potrete usarlo.

Morgana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email120
Facebook200
Instagram2k