Erbe

Lavorare con le erbe

Ecco qui elencati gli utensili che vi serviranno per lavorare con le erbe. Non vi serviranno ovviamente tutti in ogni preparazione, saprete scegliere e decidere da soli.


Oggetti in vetro a prova termica ( Non usate alluminio o rame)
Bollitore
Misurino
Piccolo bicchiere
Piccolo imbuto
Setaccio
Mortaio e Pestello
Frullatore
Contagocce
Cucchiai in legno
Bacchettina di vetro
Spatolina
Piccole bottigliette in vetro
Tappi in sughero
Etichette


Tipi di preparazioni con le erbe

Esistono vari metodi per l’utilizzo delle erbe e per estrarre le loro proprietà terapeutiche, vado ad elencarvene alcuni.

Infusione: Mettete un pugno e mezzo di erbe fresche o 1 pugno di erbe essiccate in un pentolino. Aggiungete 2 bicchieri e mezzo di acqua e portate ad ebollizione, riponendo il coperchio. Lasciate riposare per oltre 30 minuti, quindi mettete in frigo per almeno 3 giorni.

Decotto: Questo metodo va usato con le parti dure delle erbe. Mettete un pugno dell’erba in un pentolino. Aggiungete 2 bicchieri e mezzo di acqua distillata, portate ad ebollizione e lasciate per 30 minuti. Se più della metà del liquido è evaporato, aggiungetene ancora. Raffreddate e mettete nel frigo. Va usato entro pochi giorni.

Macerazione: Questo metodo è usato per le erbe più delicate, inclini a perdere le loro proprietà terapeutiche se riscaldate. Confezionate una giara con erbe fresche, sminuzzate. Coprite con olio vegetale, aceto o alcol puro. Sigillate e lasciate per due settimane a macerare, scuotendo la giara ogni giorno. Riaprite e inserite erbe fresche. Ripetete fino a che il liquido non profuma fortemente di erba. Sigillate nuovamente e imbottigliate. Si mantiene a lungo e rilascia il
suo profumo.

Polverizzazione : Macerate, frantumare o pestate le erbe e i semi (preferibilmente) usando un mortaio e pestello o un frullatore.

Morgana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Follow by Email700
Facebook1k
Instagram18k